Planimetria o pianta?

Molto spesso c’è una gran confusione!

La Pianta è una rappresentazione grafica in scala di una sezione su un piano orizzontale di una architettura.

Pianta

La Pianta è utile quando optate per il classico ristorante, che di default ha già una disposizione dei tavoli interna ed un numero massimo di posti in base agli spazi a disposizione.

Pianta

La Planimetria è la rappresentazione grafica degli spazi interni ed esterni di una proprietà immobiliare (sia essa un’abitazione o qualsiasi altra tipologia di bene, ad esempio un negozio, un ufficio, una location per eventi ecc..), dove oltre ad indicare la destinazione d’uso dei locali, vengono anche indicate le relative misure (in scala), che per la progettazione di un evento sono di fondamentale importanza per evitare spiacevoli sorprese durante la fase esecutive dell’evento.

Ma perché è così importante conoscere le misure della location che avete scelto per il vostro evento o matrimonio?

Se invece di optare per il classico ristorante, preferite organizzare un evento o un matrimonio in un posto specifico come una Villa privata, un Castello, una Dimora Storica, devi organizzare tutto nel minimo dettaglio, dal cibo all’allestimento degli spazi e dei locali. Per organizzare gli spazi servono le misure!

Dopo aver scelto la location per il vostro evento o matrimonio, dobbiamo mettere insieme gli strumenti per le rappresentazione del progetto: la moodboard per definire lo stile, le forme ed i colori, la planimetria per la rappresentazione in pianta per la giusta divisione degli spazi.

Rappresentazione in Pianta per la Divisione degli spazi.

Rappresentazione dettagliata degli elementi che compongono la mise en place.

Rappresentazione dettagliata degli elementi che compongono l’allestimento.

Per ogni evento o matrimonio realizzo un progetto su misura, personale è personalizzato.

cosa posso fare per realizzare il tuo sogno?

“CONSULENTE DI IMMAGINe SPOSA”

Viviamo in mondo in continua evoluzione, ed è arrivato il momento di allargare i nostri orizzonti per guardare con consapevolezza ad un futuro fatto di cambiamenti. Il nostro mercato di riferimento chiede una conoscenza sempre più trasversale dei servizi, nonché un prodotto/servizio sempre più personalizzato ed esperienziale.

La formazione per un professionista è di fondamentale importanza, deve essere continua, costante e condivisa.

ma PERCHE’ INVESTIRE SULLA PROPRIA CRESCITA PROFESSIONALE?

Ci sono svariati motivi per investire NELLA PROPRIA CRESCITA PROFESSIONALE.

  • Ottenere condizioni economiche più vantaggiose
  • Diventare appetibili agli occhi dei clienti
  • Migliorare la qualità del proprio lavoro
  • Migliorare le proprie possibilità lavorative
  • Diventare un imprenditore migliore

I corsi di aggiornamento sono fondamentali nella carriera professionale di una persona, il confronto ed il continuo aggiornarsi sono utili anche per raggiungere obiettivi più alti nella propria carriera. Raccogliere nuove idee, essere sempre in linea con le novità del settore in cui si opera e quindi saper cogliere le opportunità che i tecnici mettono a disposizione.

BME. Be a Master of Event di Maura Frigatti Brambilla ha creato una corso unico nel suo genere che ti darà le competenze per capire quali sono le diverse tipologie d’abito, gli accessori, il trucco l’acconciatura, il bouquet da consigliare alla tua Cliente.

BRIDAL STILYST

La professione di BRIDAL STILYST, nata negli Stati Uniti, è sempre più richiesta anche in Italia. Si tratta di una CONSULENTE D’IMMAGINE che risponde all’esigenza della Sposa di arrivare perfetta al giorno più importante della propria vita: dallo studio della figura allo stile dell’abito, dalle scelte beauty alla ricerca degli accessori, al Dress Code per gli ospiti.

Perché “CONSULENTE DI IMMAGINE PER LA SPOSA” è un corso unico:

È il primo corso di Bridal Styling con questo particolare format ad essere presentato in Campania, un full immersion di due giorni, spiegato da chi ha una pluriennale esperienza nel settore Monica Mazzucco Image Consulting.Il corso si rivolge a tutti coloro che operano a contatto con il mondo del matrimonio, della moda e della bellezza e desiderano fornire una consulenza più completa alle proprie spose.

https://www.instagram.com/monima_imageconsulting/ù

ma quali sono gli argomenti che verranno trattati nel corso?

BEAUTY :

Analisi del Colore: come determinare la palette cromatica per abito, accessori e decorazioni;

Facial Shape: studio del viso per determinare scolli e accessori più in armonia con la sposa;

Trucco e parrucco: i look beauty più efficaci secondo le regole della consulenza di immagine;

L’ABITO DA SPOSA :

Analisi dello Stile: per un look coerente con la personalità e le caratteristiche della sposa;

Body Shape: studio delle proporzioni, per valorizzare ed armonizzare le diverse silhouette;

Guida agli Abiti: i modelli, i tessuti, le proposte della moda e i classici di sempre;

Guida agli Accessori: i criteri per scegliere e abbinare il velo, le scarpe, i guanti, i gioielli;

Guida al bouquet, fiori e colori.

Il MATRIMONIO è considerato dalle spose il giorno in cui si REALIZZA IL SOGNO

Vorresti possedere tutte le competenze per poter consigliare la tua cliente nella scelta dell’abito, del trucco, dell’acconciatura, dei fiori. Allora non puoi permetterti di perdere il corso “BRIDAL STYLST “

❓ Vuoi sapere come ottenere tutto questo ❓

Clicca sul questo link per avere tutte le informazioni del corso che abbiamo creato per te in collaborazione con Monica Mazzucco CONSULENTE D’IMMAGINE.

https://www.facebook.com/maurafrigattibrambilla/posts/161050792783549

OPPURE

Puoi inviare una mail a corsi@bmeventi.it

o chiamare al +39 3892838135

Il corso si terrà presso l’Hotel Quadrifoglio Viale Kennedy 8, 80038 Pomigliano D’Arco (NA) Campania.

Referente di zona Maria La Marca Wedding & Event Planner

Mail: lamarcamaria37@lamarcawedding – Mob. +39 3339723862

ti Aspettiamo.

La Mia Terra.

La Campania, terra dai mille colori, ricca di tradizioni, profumi e sapori, calda, accogliente e rumorosa.

Procida

Sposarsi in questa splendida terra significa avere l’imbarazzo della scelta, dalle splendide terrazze con affaccio sul Golfo di Napoli ai piedi del gigante buono, il Vesuvio, magari a bordo di una barca per un brindisi al tramonto, per passare ai suggestivi paesaggi della Costiera Amalfitana tra Positano e Ravello, tra il blu del mare e il verde dell’ambiente circostante per poi perdersi con lo sguardo all’orizzonte sull’isola di Capri.

Positano

Oppure, la magia dei borghi, dei castelli e delle location dell’entroterra, tra Benevento ed Avellino tra le verdi colline e rigorosi vigneti, per un’atmosfera dallo stile green , con cibi genuini e menù realizzati interamente con prodotti locali a km zero, ma senza rinunciare allo stile ed all’eleganza che sogni da sempre per il tuo matrimonio.

Colline di Benevento

La terra del sole, usi e costumi rendono il giorno del matrimonio un giorno di grandi festeggiamenti, un evento memorabile, che molto spesso non è solo l’unione tra due innamorati, ma anche un modo per mostrare agli invitati il proprio status sociale, ovviamente senza badare a spese, cominciando dalla serenata del giorno prima delle nozze, tra dichiarazioni d’amore, cantanti neo melodici e buon cibo offerto dai genitori della sposa, per poi arrivare al banchetto di nozze che può durare l’intero pomeriggio e protrarsi fino a tarda serata, tra balli, canti e posteggia.

Per concludere con i fuochi pirotecnici al taglio della torta. Non c’è che dire, in Campania non ci facciamo mancare niente.

Tu hai scelto un luogo magico ed incantato per festeggiare il giorno più bello della tua vita nella nostra splendida Terra del Sole?

Ti aspetto nei commenti.

Che differenza c’è tra acconto e caparra confirmatoria?

L’acconto e la caparra confirmatoria rappresentano un anticipo di denaro per l’acquisto di un bene o un servizio, ma solo la seconda può essere trattenuta o restituita il doppio in caso di Inadempimento.

Spesso ci troviamo a consegnare in anticipo una somma di denaro per l’acquisto di un bene o di un servizio. Lo facciamo in anticipo e non badiamo a ciò che è scritto sulla ricevuta o sul contratto. Tuttavia è bene tenere a mente una differenza fondamentale, perché, come vedremo, acconto e caparra confirmatoria non sono affatto la stessa cosa. Anche se entrambi rappresentano una somma consegnata in anticipo sul prezzo totale, le conseguenze dell’uno e dell’altra sono molto diverse. Sapere se quei soldi rappresentano un acconto o una caparra è importante per stabilire i nostri diritti e sapere cosa fare in caso di inadempimento. Vediamo allora di cosa stiamo parlando e come riconoscere questi particolari strumenti.

L’Acconto è un anticipo di denaro che l’acquirente versa a fronte di un prezzo più alto per l’acquisto di un bene o di un servizio. L’acconto non offre garanzie e, anche in caso di mancata vendita, va sempre restituito al potenziale acquirente, anche se è quest’ultimo non rispetta gli accordi. Il venditore ha la facoltà di rivolgersi al Tribunale per richiedere un risarcimento danni, ma deve essere in grado di dimostrarlo il danno subito. Se invece la trattativa si conclude, l’importo versato a titolo di acconto viene detratto dal prezzo di vendita.

per esempio: l’acquirente versa un acconto al venditore per un l’acquisto di un  servizio o un prodotto: 

  • a. L’acquirente usufruisce del servizio o riceve il prodotto, versa il saldo, conclude il contratto;
  • b. L’acquirente cambia idea sul servizio o non vuole più acquistare  il prodotto, il venditore di servizi o di prodotti è tenuto a restituire l’acconto versato dall’acquirente. Nel caso di specie, se il venditore, ritiene di aver subito un danno restituendo l’acconto all’acquirente, può rivolgersi al Tribunale per farsi risarcire del danno subito;
  • c. Il venditore non eroga il servizio o non consegna il prodotto deve restituire l’acconto all’acquirente.Nel caso di specie, l’acquirente può rivolgersi al Tribunale per chiedere un risarcimento danni al venditore, che per  la mancata erogazione del servizio o la mancata consegna del prodotto gli abbia arrecato un danno;

La Caparra Confirmatoria come l’acconto, è un anticipo di denaro che l’acquirente versa a fronte di un prezzo più alto per l’acquisto di un bene o di un servizio, ma regolamentata dall’Art. 1385. Caparra confirmatoria. – Codice civile

  • a. l’acquirente e il venditore concludono il contratto, la caparra confirmatoria viene restituita oppure considerata come acconto da scomputare dal prezzo di vendita;
  • b. L’acquirente non compra più il servizio o il prodotto recedendo dal contratto, il venditore ha diritto a trattenere la caparra confirmatoria a titolo di risarcimento;
  • c. Il venditore decide di non erogare più il servizio o di non fornire  il prodotto all’acquirente. Il venditore deve restituire all’acquirente il doppio della caparra confirmatoria a titolo di risarcimento danni;
  • d. Il venditore decide di non erogare più il servizio o di non fornire il prodotto all’acquirente. L’acquirente decide che vuole quel servizio o quel prodotto stabilito in fase contrattuale, e forte del contratto che ha firmato, si rivolge al tribunale per far rispettare il contratto al venditore.

Alla luce di quanto abbiamo detto, dovete sempre prestare la massima attenzione alla natura delle somme di denaro che consegnate in anticipo. In genere è il contratto che stabilisce se quella somma è pagata a titolo di acconto o di caparra confirmatoria, così è sempre bene leggere ciò che si firma per conoscere le conseguenze delle proprie azioni e potersi difendere nella maniera più opportuna.

Come calcolare il budget per il matrimonio?

Quali sono le spese da sostenere? Quanto costa organizzare un matrimonio? 

Se hai deciso di sposarti, bisogna necessariamente partire dall’elaborazione dei costi e dall’analisi del budget per organizzare un matrimonio meraviglioso ed avere le spese sotto controllo. 

Il costo di un matrimonio può variare molto in base al tipo di location scelta, al numero degli invitati, all’abito da sposa e da sposo dei vostri sogni, dalla scelta dei fiori che possono essere di stagione o fuori stagione che non avranno mai la freschezza, la durata e la convenienza di un fiore stagionale, per arrivare ai servizi aggiuntivi, come l’auto, la musica, il servizio  fotografico, l’animazione, gli accessori, il trucco e l’acconciatura sposa e per le mamme degli sposi, le bomboniere, il viaggio di nozze, ecc.

In Campania, la Regione con il maggior numero di matrimoni, circa 23 mila all’anno, si spende in media tra i 15.000 – 35.000 euro, ma si può arrivare tranquillamente a cifre molto più alte, 40.ooo- 50.000 euro o addirittura a cifre blu 80.000-100.000 euro. 

Ecco qualche consiglio su calcolare il budget per il tuo matrimonio :

  1. Individua le maggiori voci di spesa

Fai un elenco di tutte le spese da sostenere, dalle partecipazioni di nozze all’abito da sposa, dalla bomboniera al viaggio di nozze. Ad ogni voce di spesa da sostenere assegna un valore economico ed un tetto massimo di spesa che non vuoi superare per l’acquisto di un prodotto o servizio.

  1. Stila una prima lista degli ospiti

Inizia a stilare una prima lista degli invitati per avere un’idea generale sul costo della location, che è la voce di spesa che incide di circa il 50% sul calcolo del budget per il matrimonio.

  1. Spese secondarie o extra

Una volta individuate tutte le voci di spesa essenziali ( location, luna di miele, fotografo, abito sposa/o), passa alle voci di spesa secondarie ed eventuali voci di spesa extra, per esempio wedding cake, transfer ospiti, Wedding Planner, Dj band, ecc.

  1. Stima dei costi è priorità

Ora, conti alla mano, fai una prima stima dei costi da sostenere per il tuo “Si, lo voglio” per avere un’idea generale del totale. A questo punto, se devi rivedere il tuo budget, stila una lista delle priorità, dalle cose a cui non vuoi rinunciare a quelle a cui non vorresti rinunciare.

Quali sono le spese da sostenere per un matrimonio?

Facciamo un po di chiarezza su quali sono le voci di spesa di un matrimonio :

  • Abito da sposa
  • Velo
  • Scarpe sposa
  • Lingerie sposa
  • Accessori sposa
  • Trucco sposa
  • Acconciatura sposa
  • Abito da sposo
  • Scarpe sposo
  • Fedi nuziali
  • Pratiche Comune/chiesa
  • Donazione Chiesa
  • Pranzo/cena di nozze
  • Affitto location
  • Servizio fotografico e video
  • Musica
  • Fiori
  • Partecipazioni, Save the Date, menù & Co.
  • Bomboniere
  • Noleggio auto
  • Siae
  • Regali testimoni di nozze
  • Gadget (tableau mariage, guest book, porta riso, festoni )
  • Viaggio di nozze

Ma quanto costa organizzare un matrimonio?

Fino a qualche anno fa, l’organizzazione di un matrimonio seguiva una procedura abbastanza standard, qualunque fosse il budget a disposizione della coppia. Oggi, si tendono a personalizzare anche i più piccoli dettagli e a ricercare un ambiente più sofisticato ed accogliente, magari all’interno di una residenza storica, una villa privata, un agriresort, o magari  in riva al mare. Che tu e la tua metà  con o senza  il contributo economico delle vostre famiglie siate pronti a investire una piccola fortuna o ad optare per   una cerimonia con pochi intimi, la parola chiave resta una sola: organizzazione.

Per darti un’idea del budget medio necessario per organizzare le nozze, facciamo un po’ di conti alla mano.  Nella tabella che segue trovi i prezzi indicativi di quelli che sono le voci di spesa per un matrimonio.