La wedding cake: una storia fatta di tradizioni.

La Wedding Cake Regina indiscussa di ogni ricevimento Nuziale!

Ad oggi, ricopre sempre di più il ruolo di co-protagonista: ricercata, personalizzata, nuda o super decorata,  la rendono un’ incredibile sorpresa per tutti gli invitati! Va scelta con cura, tenendo conto dello stile o il tema del matrimonio, dei colori scelti e dal gusto personale.

La Torta Nuziale o la Wedding Cake ha origini molto lontane! I matrimoni sono sempre stati festeggiati da tutte le civiltà con simboli rappresentativi di ricchezza e fertilità, ed è proprio da questi antichi simboli che traggono origine le torte nuziali come le conosciamo oggi. Già nell’Antica Grecia la torta nuziale era simbolo di augurio di fecondità e prosperità. All’epoca si trattava di semplici impasti di farina, miele e semi di sesamo, chiamate genericamente plakuntes o pemmata, è per tradizione una porzione veniva data alla sposa insieme a un dattero e a una mela cotogna come simboli di fertilità.

Anche per gli antichi Romani i dolci erano essenzialmente composti da miele e farina, infatti lo zucchero arrivò in Europa solo intorno all’anno mille, portato dagli arabi che lo compravano in India, ed il suo uso si diffuse solo in seguito alla colonizzazione delle Americhe. Durante i matrimoni, i romani erano soliti regalare un dolce a base di orzo, che lo sposo spezzava con le mani per poi cospargere il capo della moglie con le briciole, poi mangiate dagli invitati: un rito che rimanda al defloramento della vergine, alla sua sottomissione e all’augurio di una prole numerosa.

Nel Medioevo nasce la Torta Alta!

La Torta Alta era una composizione di piccoli pani o biscotti portati dagli invitati durante il banchetto nuziale. Più alta era la montagna creata da questi pani, più alto il numero di persone vicine agli sposi.

Nell’Inghilterra medievale nasce il rituale di impilare dolcetti o biscotti uno sopra l’altro per formare una colonna o montagnetta che, se rimaneva in piedi dopo il bacio degli sposi sopra di essa, augurava buon auspicio e prosperità.

Da questa tradizione pare derivi la Croquembouche francese, un dolce scultoreo tipico delle grandi occasioni. Pare che uno chef francese rimase abbastanza colpito da questa usanza inglese, e suggerì di migliorare l’estetica di questa pila di dolcetti legandoli con del caramello ed inserendo piccoli pezzi di legno. Si potrebbe dire un primo spunto per la realizzazione di una torta a piani. 

Croquembouche 

Nel Seicento nei paesi anglosassoni si diffuse la “Bride’s Pie” o “Crostata della Sposa“, si trattava di una “torta” rotonda con una crosta elaboratamente decorata, ripiena di testicoli di agnello, creste di gallo, animelle e pinoli che nascondeva un anello di vetro, la donna che l’avesse trovato nella sua fetta sarebbe stata la prossima a maritarsi (un’ antica versione dell’attuale rito del lancio del bouquet) e le cui briciole venivano distribuite agli ospiti celibi e nubili perché messe sotto il cuscino avrebbero fatto apparire in sogno i futuri consorti.

Bride’s Pie

Quando lo zucchero raffinato cominciò ad essere più comune e un po’ meno costoso si diffusero in Inghilterra le torte con una copertura di glassa (o ghiaccia) bianca. Il bianco simboleggiava la purezza e la verginità della sposa, questa l’interpretazione più comune in età vittoriana.  Fino ad allora le torte ai matrimoni erano comunque coperte di bianco ma per una questione un po’ più pratica: una glassa bianca era una glassa realizzata con zucchero raffinato che era un ingrediente abbastanza costoso. Di conseguenza una torta con una copertura bianca rappresentava un simbolo di ricchezza; insomma più bianca era la torta più ricca era la dote della sposa.

La prima super elaborata wedding cake fu quella realizzata nel 1840 per le nozze della regina Vittoria, bianca e scultorea, divenne subito un trend. È da quel momento che la ghiaccia bianca usata per le torte prende il nome di “royal icing” (ghiaccia reale). La torta infatti, di 3 metri diametro e di circa 140 kg, era completamente bianca come il vestito della sposa (altra moda lanciata dalla regina). Sulla sommità ospitava la figura di Britannia, della regina e del consorte, il principe Alberto, in costume romano, e ai loro piedi un cane (simbolo di fedeltà) e due colombi (simbolo di amore coniugale). Un amorino che scrive su un cartiglio la data delle nozze (10 febbraio 1840), allegri cupidi e mazzi di fiori bianchi legati nel nodo dell’amore da candidi nastri decoravano il resto della torta.

I canoni simbolici dell’odierna torta di matrimonio, sono nati invece alla fine dell’Ottocento nei paesi anglosassoni. La forma circolare, rappresenta la protezione celeste evocata sugli sposi, così come l’anello simboleggia una promessa senza fine. Le alzate che sorreggono i vari piani, o gli strati che si sovrappongono l’uno all’altro, sono una sorta di scala della vita coniugale dove gli sposi affrontano insieme un cammino fatto di gioie e difficoltà. La tradizione vuole che il numero dei piani sia dispari, a sottolineare l’indivisibilità degli sposi. Il colore bianco, come in passato, è indicativo della purezza della sposa. Il taglio della torta, effettuato dagli sposi insieme, mano nella mano, rappresenta,  il simbolo del primo passo fatto insieme. I cigni, in genere posti sulla sommità, identificano il legame monogamico.

Il taglio torta è il momento più dolce e più atteso del matrimonio, deve essere speciale ed emozionante. La scenografia che incornicerà la vostra Wedding Cake deve essere scelta con cura, affinché rappresenti il degno finale del vostro matrimonio da favola è l’inizio della vostra vita insieme.

Prenota una consulenza online

All Inclusive party

Video-racconto

“E quando trovi il coraggio di raccontarla, la tua storia, tutto cambia. Perché nel momento stesso in cui la vita si fa racconto, il buio si fa luce e la luce ti indica una strada. E adesso lo sai, il posto caldo, il posto al sud sei tu.”

Tanto tempo fa Dio ha deciso di farci un regalo Tu! Il Tempo vola, sembra ieri il giorno in cui ti abbiamo stretto per la prima volta tra le braccia, sembra solo ieri quando ci chiedevi la mano per farti  accompagnare verso i tuoi piccoli traguardi. Tu sei Il nostro regalo più grande .

Ti guardiamo ed immaginiamo che nel piccolo grande uomo che oggi abbiamo di fronte ci siano i genitori che siamo stati è continueremo ad essere, per accompagnarti è supportarti sempre. Sai, per avere grandi cose c’è bisogno di lavoro duro e costanza, ma per essere veramente orgogliosi basta  aver cresciuto un piccolo grande uomo come te che ha dato alla nostra vita un sapore diverso.

Ricordati sempre piccolo grande uomo, che ovunque tu vada, con chiunque tu sia è che qualunque cosa accada, troverai sempre la nostra mano per accompagnarti verso i tuoi nuovi traguardi.

SPECIAL THANKS OPERA CIRCUS ANIMATION

La diversità è un ponte che dobbiamo attraversare con la consapevolezza che al mondo siamo tutti uguali”. Tanti auguri da mamma e papà.

MARIA LA MARCA

Special Thanks Partners & Fornitori

Project Manager Maria La Marca Wedding & Event Planner

Wedding Photographer Ventizero9

Press Lucia Manna Eventi

Press Sposi In Campania

Flower Design Fiori In Eventi

Service & Luci Tekno Sound

Spettacoli ed Animazione Opera Circus Animation

Dj & Speaker Alfonso Benevento

Sax Vito De Simone

Location Villa Montesano

Cake Design Stefy delle Torte

Event Coordinator Alberta Greco Wedding Planner

Very Peri è il colore Pantone del 2022: è l’emblema del nostro tempo e ci ispira coraggio e creativita’

Una tonalità di blu pervinca con un vigoroso sottotono viola e rosso: il colore annunciato dal Pantone Color Institute è già tendenza! Infatti, il Very Peri dominerà la scelta cromatica nel settore della moda, design e soprattutto del mondo del wedding!
Una tonalità totalmente nuova pronta a irradiare il giorno delle nozze con energia, creatività ed eleganza. Se il prossimo anno sarà l’anno del vostro “Si lo voglio” e siete alla prese con i preparativi delle vostre nozze seguite la tendenza.


Ma chi è Pantone ?

Pantone è un’azienda statunitense che si occupa principalmente di tecnologie per la grafica, della catalogazione dei colori e della produzione del sistema di identificazione di questi ultimi. Noto come Pantone Matching System (PMS), è divenuto la norma internazionale. Infatti, con questo metodo ha assegnato un codice ai colori per far corrispondere quelli che vediamo sul monitor a quelli stampati. Dopo una meticolosa analisi delle tendenze, la scelta del “Color of the Year 2022” è Very Peri 17-3938.

“Pantone Color of the Year riflette quanto sta accadendo nella nostra cultura globale, esprimendo ciò che le persone stanno cercando in un colore che sperano sia la risposta ,” ha aggiunto Laurie Pressman, Vice Presidente di Pantone Color Institute. “Creando un nuovo colore per la prima volta nella storia del nostro programma colore educativo Pantone Color of the Year, riflettiamo l’innovazione e la trasformazione globale in atto. Mentre la società continua a riconoscere il colore come forma fondamentale di comunicazione e modo di esprimere, di influenzare e creare idee ed emozioni, di coinvolgimento e connessione, la complessità di questa nuova tonalità blu infusa di rosso-viola evidenzia le sconfinate possibilità che si mostrano davanti a noi.”

Simbolo di gioia e vitalità, il Very Peri trapela energia e conferisce ad ogni dettaglio nuziale un fascino senza tempo. Sono numerosi gli elementi del matrimonio in cui potrete inserire questa splendida tonalità, dalla scelta dei fiori per la cerimonia a quelli della location, dai dettagli per l’allestimento agli accessori per la sposa, dalle partecipazioni al tableau de mariage. Date libero sfogo alla vostra creatività scegliendo le nuance in linea con i fil rouge delle vostre nozze.

Ma oltre la tendenza esiste il gusto personale ! Voi avete scelto la palette colori per le vostre nozze? Se ancora non l’avete scelta potete iniziare con Pantone Connect, una piattaforma digitale con delle palette colori meravigliose precaricate che possono essere condivise, salvate e utilizzate nei vostri file di progettazione all’interno del vostro progetto di nozze. Semplicemente meraviglioso!

Inclusione e condivisione è l’idea di una festa unica per brindare ai 18 anni di Luigi.

” La diversità è un ponte che tutti dobbiamo attraversare con la consapevolezza che al mondo siamo tutti uguali“.

Maria La Marca

L’amore ha diverse forme e sfaccettature. Ma ce n’è uno che solitamente supera tutti. Ed è quello di una mamma verso il proprio figlio.

Maria, infatti, ha organizzato per il 7 dicembre l’ALL INCLUSIVE PARTY. Una festa davvero unica dedicata al suo principe Luigi, fresco delle sue prime 18 candeline. All inclusive party è il nome scelto per parlare soprattutto di inclusione e condivisione. Perchè Luigi è un ragazzo speciale, un ragazzo con la sindrome di down.

Special Thanks Sposi In Campania di Domenico Zappella.